+39 348 3726239 - +39 347 0169277 - Lun-Ven: 10:00-13:00 e 15:30-18:00 | Sab-Dom: 10:00-18:00 info@lavandadeisibillini.it

“Ci sono problemi se non torniamo?” – Così è iniziato il nostro Viaggio sui Monti Sibillini

Il viaggio di Federico e Nicoletta sui Monti Sibillini - SibilliniWeb e Lavanda dei Sibillini

Quando si pensa ad una storia d’amore, spesso e volentieri, si ha l’idea che il vero Amore sia il frutto di un colpo di fulmine ovvero quella scossa elettrica che ti fa battere forte il cuore fino a toglierti il fiato.

Noi tutti abbiamo vissuto queste emozioni, per una persona, un animale, per un luogo, per uno stile di vita…

Molto spesso è così…ma non sempre! Alcune volte le storie d’amore nascono lentamente e necessitano di tempo per “incontrarsi” ed “apprezzarsi”.
Questa è la storia d’amore di Federico con Montegallo, i Monti Sibillini e l’abbandono di Bologna.

Venni a sapere dell’esistenza di Montegallo tra il 2004 ed il 2005 … in un modo assai curioso. In quel periodo ero un assiduo frequentatore dell’Alto Adige ed in particolar modo di Bolzano poiché la mia compagna di allora abitava li.

Una sera decidemmo di uscire a cena insieme ad una sua collega di lavoro ed al suo compagno e, tra un po’ di capriolo ed un bicchiere di vino, ci raccontano che entrambi erano originari di Montegallo. I weekend, le cene e le giornate insieme trascorrono finchè non ci viene proposto di fare un weekend tutti insieme proprio a Montegallo per farci conoscere questo angolo dei Monti Sibillini. Ok…accettiamo… si parte.

Il mio primo incontro con questo borgo avvenne nel Giugno 2005 e ad essere sinceri non è stato proprio un bell’incontro. 3 giorni di pioggia, nebbia e temperature sotto a 10°…insomma … le condizioni perfette per un “primo appuntamento”! Anche se il clima non è stato proprio clemente… qualcosa dentro aveva lasciato. Un piccolissimo tarlo che è rimasto silente per altri 4 anni.

Siamo infatti a Giugno 2009 ed, a causa di un periodo abbastanza stressante di lavoro, decido di prendermi una “pausa” e di trascorrere qualche giorno in solitaria da qualche parte. I miei ponti con l’Alto Adige nel frattempo si sono chiusi e mi ritorna in mente Montegallo. Telefono… prenoto… parto!

Tre giorni stupendi trascorsi sul sentiero per il Lago di Pilato ed il Monte Sibilla. Sole, cielo azzurro ed un clima veramente eccezionale ….le condizioni migliori per un colpo di fulmine….ed invece no.

Non ero ancora pronto per poter apprezzare tutto questo.

Nel Luglio 2010 il mio ritorno a Montegallo, ma questa volta in compagnia di mio padre che incuriosito dai miei racconti dell’anno precedente, anche lui decide di seguirmi. Percorriamo insieme le Gole dell’Infernaccio, il sentiero panoramico di Castelluccio di Norcia e la Piana della Gardosa di Foce di Montemonaco. 3 giorni veramente stupendi!

Al mio ritorno a Bologna, preso dalla curiosità, inizio a spulciare su internet per raccogliere informazioni sul territorio dei Monti Sibillini, luoghi da visitare, curiosità, sentieri da percorrere.

Il risultato è stato NULLA! Dei Monti Sibillini vi era scritto poco o quasi nulla!

Per lungo tempo la mia attività lavorativa è stata con un’azienda che si occupava di siti e servizi internet pertanto, il web era un territorio che conoscevo come le mie tasche ed apprezzavo per le sue innumerevoli potenzialità.

A Settembre 2010 si accende una lampadina: realizzare un Sito Web di Promozione e Valorizzazione dei Monti Sibillini. Nasce così la prima versione di www.sibilliniweb.it .

Dall’anno successivo, l’approccio verso questo territorio cambia completamente. Appena riuscivo a ritagliarmi qualche giorno libero, “saltavo” macchina e venivo qui sui Sibillini per produrre quanto più materiale possibile da poter inserire sul sito web.

La voglia di raggiungere questa terra stava crescendo viaggio dopo viaggio ed, inconsapevolmente, quel piccolo tarlo… stava iniziando a lavorare dentro di me. Mi rendevo conto che Bologna era si una città vivibilissima, ma allo stesso tempo, per grande che fosse, iniziava a starmi stretta. Non era più il luogo in cui volevo stare.

Arriva il 2012, l’anno dell’approccio, perchè grazie ad un mio cambio di lavoro, decido di tenermi l’estate libera per studiare più da vicino Montegallo ed i Sibillini. Volevo concedermi un’opportunità. In quei due mesi e mezzo di permanenza, lavoro incessantemente al rinnovo del sito web, dei contenuti ma soprattutto alla conoscenza di tutte le strutture turistiche del territorio.

Questo periodo per me è stato fondamentale per mettere giù le basi della mia nuova attività di sviluppo turistico. C’era tanto potenziale inespresso, nascosto che aspettava solamente di essere portato alla luce, mostrato ed apprezzato per le sue innumerevoli bellezze naturali.

Durante la stagione estiva incontrai tantissimi turisti sia italiani che stranieri ed ascoltare il loro punto di vista sui Monti Sibillini si è rivelato fondamentale. Piano piano stavo prendendo sempre più consapevolezza di essere nel “posto giusto”. Montegallo era il luogo in cui volevo stare.

Il ritorno a Bologna a settembre è stato a dire poco drammatico e conflittuale. Avevo maturato la piena consapevolezza che quella città non faceva più per me e tutto ciò che guardavo…mi appariva diverso.

Gli ultimi 15 giorni di ottobre 2012 sono nuovamente ritornato a Montegallo con il progetto ben chiaro di realizzare un video promozionale sull’autunno per ogni comune dei Monti Sibillini. Prima di partire da Bologna, parlando con Nicoletta, la mia attuale compagna di viaggio, le ho chiesto se voleva seguirmi per questo tour e ben volentieri accettò la mia proposta.

Sono stati 15 giorni molto intensi di lavoro ed il tempo ci ha assistito come meglio non poteva regalandoci delle vere e proprie cartoline d’autunno. L’Amore per questi luoghi era sbocciato.

Gennaio 2013..è ora di ripartire! Organizzando lo stesso viaggio di Ottobre, con Nicoletta decidiamo di ripartire per un nuovo tour per catturare le bellezze dell’inverno e soprattutto della neve dei Monti Sibillini. Il 15 Gennaio, si carica la macchina e si parte! Ancora non sapevamo che il dado era stato tratto e che quello sarebbe stato un viaggio senza più ritorno a Bologna.

Passarono i giorni ma, purtroppo, di neve nemmeno l’ombra. Eravamo fermi e non potevamo portare avanti la missione che ci eravamo proposti ma tra una chiacchiera ed un’altra con le strutture turistiche di Montegallo, veniamo a sapere che non esisteva alcuna guida informativa del territorio in forma cartacea per i turisti. Un’altra lampadina si accese immediatamente!

Proviamo a raccogliere del materiale informativo per vedere come realizzare questo opuscolo e dall’obiettivo di 6-8 pagine….siamo arrivati a 20-22… e poi a 30-32 ed infine a 96 pagine in lingua italiana ed in lingua inglese! In soli 15 giorni era pronta per essere stampata.

Ma allora… perché fermarsi solamente a Montegallo? Perché non realizziamo una Guida Turistica per ogni comune dei Monti Sibillini?

Verso la fine di Gennaio 2013, a pochi giorni dal nostro previsto ritorno a Bologna, ricordo che una sera, parlando con Nicoletta, abbiamo maturato una decisione:

Ma chi ce lo fa fare di ritornare a Bologna?
Perché non proviamo a fare un nuovo salto lavorativo?

Perché non proviamo a concederci la possibilità di provare a cambiare la nostra vita?

La decisione che abbiamo preso… già la sapete, ma era il momento di comunicarlo alle rispettive famiglie.

Io: “Ci sono problemi se non dovessi tornare a Bologna e decidessi di rimanere qui a vivere?”;
Papà: “No… direi proprio di no”;
Io: “Perfetto… allora non torno a Bologna”
Papà: “Quando mi riporti la mia macchina?”

Già… perché visto che doveva esserci la neve, avevo gentilmente preso in prestito l’auto di mio papà poiché era 4x4. A primavera inoltrata gliel’ho dovuta restituire!

Da qui è iniziata la nostra avventura, con 8 Guide Turistiche realizzate in soli 6 mesi (scaricale tutte in PDF).

A partire da Giugno 2013 abbiamo anche iniziato a lavorare in stretto legame con le strutture turistiche del territorio nell’organizzazione di appuntamenti, programmi escursionistici, servizi fotografici, realizzazione di siti web e tutta la gestione della loro reputazione e promozione tramite i Social Network ed il Web.

In soli 3 anni, lavorando con tanta dedizione, siamo riusciti a far diventare SibilliniWeb.it il nostro “gioiello turistico” in grado di raccogliere oltre 300.000 visitatori sul sito e coinvolgendo diversi milioni di persone sui Social Network. Avevamo raggiunto l’importante obiettivo che ci eravamo prefissati: far conoscere i Monti Sibillini al mondo!

24 Agosto – 26 Ottobre – 30 Ottobre 2016 – 18 Gennaio 2017
Terremoto di Amatrice e dell’Italia Centrale

Questi eventi ci hanno toccato da vicino…molto vicino poiché Montegallo dista solamente pochi chilometri in linea d’aria da Arquata del Tronto e da Amatrice. I danni sono stati ingentissimi e circa l’80% delle abitazioni del nostro borgo sono rimaste molto lesionate ma per fortuna non si sono registrate vittime.

Eravamo vivi e la nostra casa senza danni…non potevamo chiedere di più !

Sui Monti Sibillini lavoravamo per 52 clienti, ma dopo il 24 agosto, 10 di loro hanno riportato l’inagibilità totale alla struttura. Dopo il 30 ottobre invece, altre 26 strutture hanno dovuto chiudere a causa dei danni riportati. In un solo minuto, tutte le nostre certezze ed i traguardi che abbiamo raggiunto con tanti sacrifici… sono stati cancellati. Praticamente…tutto azzerato!

Fortunatamente, il progetto Lavanda dei Sibillini che avevamo già in cantiere e che avevamo approvato il 23 Agosto alle ore 22:30 (solamente 5 ore prima dell’arrivo del terremoto), ci ha permesso di restare a vivere qui a Montegallo ed a lavorare per ricostruirci il nostro domani.

I Monti Sibillini sono formati da tanti piccoli borghi caratteristici di montagna che difficilmente sono in grado di offrire opportunità di lavoro, ma se hai l’idea giusta….con pazienza e dedizione… te lo puoi creare il lavoro.

Una frase che ripeto spesso è:

Sui Monti Sibillini non c’è nulla, per cui… puoi fare tutto. E c’è bisogno di tutto!”.

In città invece c’è tutto per cui qualsiasi attività si voglia intraprendere è sicuramente più onerosa e ben più difficile da realizzare.

Le persone che vengono a conoscenza della nostra storia spesso ci domandano cosa è scattato per farci prendere questa decisione di volerci trasferire quassù a Montegallo.

Queste decisioni nascono spesso da malesseri interiori. Insofferenze che ti fanno capire di non essere nel posto giusto. Schemi che non ti permettono di vivere serenamente poiché dettati dai ritmi imposti dalla città in cui nulla si può fermare ma tutto deve andare avanti…e in fretta. Rapporti umani freddi e sterili in cui a fatica anche il vicino di casa non ti saluta perché, l’essere diffidenti verso chi non si conosce, è di regola in città.

Cambiare vita si può, non sempre è facile….ma si può!

Con Affetto
Federico e Nicoletta

 

> Leggi la nostra storia più recente e la nascita dell’idea “Lavanda dei Sibillini”

Share This